RISULTATI DI PROVE TECNICHE

 

Assestamento / confronto con la cellulosa

Lo standard che prescrive l’assestamento massimo dei materiali isolanti è parecchio permissivo, tanto che oggigiorno quasi non esiste materiale isolante che non soddisfi tale standard.

Ma la prassi mostra un’altra faccia. In seguito all’umidità, alle vibrazioni e, ovviamente, allo scorrere del tempo, a causa della forza gravitazionale (G) lo strato isolante nelle intercapedini delle pareti e dei solai tende ad assestarsi. Dopo un certo periodo si possono notare spazi vuoti nella parte superiore dell’intercapedine che avevamo inizialmente riempito del tutto con il materiale isolante.

Il detto fatto si può verificare con l’aiuto di una speciale videocamera a termovisione (ROMB) o semplicemente aprendo la intelaiatura.

Poiché anche FONATERM fu testato in conformità con i nostri standard, ovviamente durante le prove non vi fu alcun fenomeno di assestamento. Sia per questo motivo sia per la nostra scrupolosa volontà di stabilire i nostri “limiti” e di verificare la qualità del nostro prodotto in confronto con prodotti della concorrenza (in questo caso parliamo di cellulosa, cui caratteristiche sono molto simili a Fonaterm granular), abbiamo eseguito le verifiche presso l’Istituto X Flock in Germania, dove FONATERM e i materiali di paragone sono stati sottoposti a sollecitazioni estreme (vedi il rapporto tecnico). Tali sollecitazioni non si verificano mai in situazioni pratiche, ma abbiamo volutamente esagerato proprio per capire il limite del nostro materiale e dei materiali di paragone.

L’ultimo diagramma in particolare evidenzia in maniera molto chiara la differenza di assestamento (materiali con pari densità: CELLULOSA vs FONATERM).
Risultati delle misurazioni di assestamento (Setzungsversuch) pdf

Ricerca di difetti di coibentazione ovvero prova dell’efficacia dell’isolamento

Per garantire la qualità del lavoro eseguito utilizziamo una videocamera a rilevamento del calore (ROMB), , con la quale ricerchiamo le eventuali perdite di calore prima dell’applicazione del materiale isolante, confrontando i risultati con quelli ottenuti a coinbentazione avvenuta..

In questo modo è possibile scoprire le eventuali irregolarità del lavoro eseguito e contemporaneamente garantire la qualità del servizio, poiché si eliminano tutti i ponti termici e si minimizzano le eventuali perdite del calore attraverso l’intelaiatura.

L’utilizzo della videocamera va concordato anticipatamente con l’addetto al procedimento di insufflazione del Fonaterm® granular.

 

iskanje slabe izolacje 1 iskanje slabe izolacje 2 iskanje slabe izolacje 3
iskanje slabe izolacje 4 iskanje slabe izolacje 5 iskanje slabe izolacje 6
iskanje slabe izolacje 7 iskanje slabe izolacje 8  

 

Misurazioni del ritardo nel passaggio della corrente termica:
 
Per verificare e dimostrare le eccellenti proprietà di FONATERM GRANUL abbiamo effettuato le misurazioni annuali del così detto ritardo di fase ovvero ritardo temporale del passaggio della corrente termica attraverso gli strati composti (detti “a sandwich”) delle pareti esterne e del tetto.
Le misurazioni sono state effettuate sull’edificio residenziale rivestito esclusivamente con FONATERM GRANUL. La composizione strutturale è la seguente:

 
 
1.tegola-copertura del tetto,
2. assi in legno,
3. intercapedine 3cm,
4. film traspirante,
5.Fonaterm granular, spessore 20 - 25cm, densità 55kg/m3 cca,
6. barriera vapore,
7. rivestimento in cartongesso 12,5mm.
 
 
 
Le misurazioni sono state effettuate in collaborazione con l’Università di Maribor, sotto la personale sopravisione del rettore della Facoltà di ingegneria meccanica, prof. dr. Milan Marčič, udis

Durante le misurazioni abbiamo utilizzato la strumentazione computerizzata e 8 sonde per la misurazione della temperatura, posizionate sulle pareti esterne e interne, che rilevavano le temperature all’esterno e all’interno dell’edificio.L’intero edificio non è stato sottoposto al riscaldamento o raffreddamento. Le finestre sono rimaste sempre chiuse.In allegato sono disponibili i dati relativi a misurazioni casuali durante ogni singola giornata; le misurazioni si sono svolte ininterrottamente, i dati venivano salvati in base alla data ovvero a ciascun periodo di 24 ore.
 
Conclusione:
 
Per una corretta interpretazione dei dati è necessario osservare la prima derivazione della funzione temperatura/tempo. Al termine dell’analisi dei dati possiamo constatare che, in base al valore medio dei dati raccolti, il ritardo di fase delle correnti termiche è tra 5 e 10 ore, in funzione alla posizione della sonda rispetto ai fattori di disturbo come abbaini, vento, etc. Il dato più importante di queste misurazioni è che la temperatura interna non cambia ovvero che la sua oscillazione è contenuta nella fascia di tolleranza +/-1 °C. Non dobbiamo inoltre trascurare il fatto che l’edificio non era riscaldato e/o raffreddato.

Autore:
Prof. Dr. Milan Marčič, udis (rettore della Facoltà di ingegneria meccanica presso l’Università di Maribor UNIMB)
 
 
 
 
In allegato sono disponibili alcuni diagrammi casuali delle misurazioni di temperatura dell’edificio:

 

prehod toplotnega toka 1 prehod toplotnega toka 2 prehod toplotnega toka 3
prehod toplotnega toka 4 prehod toplotnega toka 5 prehod toplotnega toka 6
 prehod toplotnega toka 7  prehod toplotnega toka 8  prehod toplotnega toka 9
 prehod toplotnega toka 10  prehod toplotnega toka 11  prehod toplotnega toka 12
 prehod toplotnega toka 13  prehod toplotnega toka 14  prehod toplotnega toka 15
 prehod toplotnega toka 16  prehod toplotnega toka 17  prehod toplotnega toka 18
 prehod toplotnega toka 19  prehod toplotnega toka 20  prehod toplotnega toka 21
 prehod toplotnega toka 22  prehod toplotnega toka 23  prehod toplotnega toka 24
 prehod toplotnega toka 25  prehod toplotnega toka 26  prehod toplotnega toka 27
 prehod toplotnega toka 28  prehod toplotnega toka 29  prehod toplotnega toka 30
prehod toplotnega toka 31 prehod toplotnega toka 32 prehod toplotnega toka 33
prehod toplotnega toka 34 prehod toplotnega toka 35 prehod toplotnega toka 36

 


Misurazioni dell’assorbimento del suono:meritev absorbcije zvoka